mercoledì, Giugno 19, 2024
HomeNewsSe evadete le tasse se ne accorgeranno dai social, la nuova tecnica

Se evadete le tasse se ne accorgeranno dai social, la nuova tecnica

In Italia, il ministro delle Finanze e dell’Economia, Maurizio Leo, sta progettando un nuovo approccio per contrastare l’evasione fiscale in modo più incisivo. In collaborazione con l’Agenzia delle Entrate e Sogei, il ministro ha annunciato l’intenzione di utilizzare il data scraping come strumento chiave in questa lotta contro l’evasione fiscale delle tasse.

Leo sottolinea l’entità del problema, equiparando l’evasione fiscale al terrorismo in termini di gravità. Stimato tra gli 80 e i 100 miliardi di euro all’anno, l’impatto economico dell’evasione fiscale in Italia è significativo. Per affrontare questa sfida, il ministro propone l’impiego del data scraping, un processo di acquisizione automatica di dati dai social network.

Il ministro spiega che il data scraping consentirà all’Agenzia delle Entrate di valutare il tenore di vita dei contribuenti anche in assenza di dati ufficiali. Ad esempio, se un professionista condividesse sui social una foto di una vacanza lussuosa, ciò potrebbe essere considerato un segnale di possibile evasione fiscale. Tuttavia, il ministro sottolinea l’importanza di rispettare la privacy dei cittadini durante questo processo. I dati raccolti devono essere anonimizzati e utilizzati esclusivamente a fini fiscali.

Il data scraping coinvolgerà l’uso di avanzati bot che esamineranno le attività online degli utenti, concentrandosi soprattutto sui social media, dove spesso vengono condivisi aspetti vistosi della vita quotidiana. Questo approccio consentirà all’Agenzia delle Entrate di identificare potenziali casi di evasione fiscale, anche se è previsto un successivo approfondimento dei risultati, poiché le rappresentazioni online potrebbero non sempre rispecchiare la realtà finanziaria dei contribuenti.

RELATED ARTICLES
OFFERTE E COUPON

CLICCA QUI

Most Popular

Privacy Policy
Abilita Notifiche Ok No grazie