lunedì, Marzo 4, 2024
HomeNewsColpo alla pirateria, chiuse le IPTV e 21 indagati

Colpo alla pirateria, chiuse le IPTV e 21 indagati

Negli ultimi giorni, un’azione condotta dalla polizia ha portato all’indagine di ben 21 persone e al blocco immediato di un flusso illegale proveniente da alcuni siti dedicati allo streaming pirata, focalizzandosi soprattutto sulle IPTV. Questi siti miravano a riprodurre indebitamente contenuti forniti dalle più famose piattaforme televisive.

L’operazione, nota come “pezzotto“, è stata orchestrata dalla polizia, con il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia della procura di Catania. L’efficacia dell’azione è stata resa possibile grazie all’impegno delle forze di sicurezza online e di vari centri operativi della polizia postale, che hanno eseguito perquisizioni e sequestri in diverse località italiane. L’azione ha permesso di sventare profitti illegali mensili stimati in diversi milioni di euro.

La pirateria IPTV è stata al centro di questa operazione, che ha messo fine a un giro milionario di attività illecite.

Diverse città italiane sono state coinvolte nei controlli, aprendo la possibilità di ulteriori indagini in molteplici altre località.

I portavoce dell’operazione hanno dichiarato: “Dopo approfondite indagini, è emersa l’esistenza di un’organizzazione criminale strutturata con chiari ruoli gerarchici e operanti sia a livello nazionale che internazionale. Il suo obiettivo principale era la distribuzione su vasta scala, nazionale e internazionale, di palinsesti live e contenuti on demand protetti da diritti televisivi.”

“Tali contenuti, di proprietà di rinomate piattaforme televisive come Sky, Dazn, Mediaset, Amazon Prime, Netflix, venivano veicolati attraverso il sistema delle IPTV illegali. Le attività illegali generavano profitti mensili considerevoli, raggiungendo cifre nell’ordine di milioni di euro.”

RELATED ARTICLES
OFFERTE E COUPON

CLICCA QUI

Most Popular

Privacy Policy
Abilita Notifiche Ok No grazie